quanto dura anestesia dentista

Quanto dura anestesia dentista 

Quanto dura l’anestesia del dentista? Guida completa per pazienti tranquilli

Quanto dura anestesia dentista ? : Andare dal dentista, per molti, è sinonimo di ansia e preoccupazione. Uno dei timori più diffusi riguarda il dolore, ma per fortuna la scienza ci viene incontro con diverse tecniche di anestesia che rendono gli interventi dentali quasi indolori. Ma quanto dura esattamente l’effetto dell’anestesia del dentista? E da cosa dipende la sua durata? Scopriamolo in questa guida completa per pazienti tranquilli!

Tipi di anestesia in odontoiatria

Esistono principalmente due tipi di anestesia utilizzati in ambito odontoiatrico:

  • Anestesia locale: è la più comune e prevede l’iniezione di un farmaco anestetico direttamente nella zona da trattare. L’effetto è rapido e localizzato, paralizzando i nervi e bloccando la trasmissione del dolore.
  • Anestesia generale: utilizzata in interventi più complessi o per pazienti particolarmente ansiosi, prevede la perdita di coscienza e sensibilità. Viene somministrata tramite inalazione o per via endovenosa da un anestesista qualificato.

Durata dell’anestesia locale

La durata dell’anestesia locale dipende da diversi fattori, tra cui:

  • Tipo di farmaco: Lidocaina e Mepivacaina sono due anestetici locali comuni, con una durata d’azione rispettivamente di 1-2 ore e 2-3 ore.
  • Dosaggio del farmaco: la quantità di farmaco iniettata influenza la durata dell’effetto.
  • Metabolismo del paziente: l’organismo di ognuno di noi metabolizza i farmaci a velocità diverse, quindi anche l’anestetico verrà eliminato più o meno rapidamente.
  • Zona trattata: l’anestesia in zone con maggiore vascolarizzazione, come gengive e labbra, dura generalmente meno rispetto a zone meno irrigate come le radici dei denti.

In linea generale, la durata dell’anestesia locale in odontoiatria varia da 1 a 3 ore. Tuttavia, in alcuni casi, l’effetto può durare fino a 4-5 ore. È importante ricordare che la sensazione di intorpidimento può persistere anche dopo che l’effetto analgesico è svanito.

Cosa influenza la durata dell’anestesia generale?

La durata dell’anestesia generale dipende da:

  • Tipo di farmaci utilizzati: ci sono anestetici ad azione breve, media e lunga che vengono scelti in base all’intervento e alle condizioni del paziente.
  • Durata dell’intervento: ovviamente, un intervento più lungo richiederà un’anestesia con una durata maggiore.
  • Stato di salute del paziente: fattori come età, peso e presenza di altre patologie possono influenzare il metabolismo dei farmaci e quindi la durata dell’effetto.

In media, l’anestesia generale in odontoiatria dura da 30 minuti a 2 ore.

Consigli per prolungare l’effetto dell’anestesia locale

Se sei particolarmente ansioso o devi affrontare un intervento più lungo, puoi chiedere al tuo dentista di utilizzare un anestetico con una durata d’azione maggiore. Inoltre, ci sono alcuni accorgimenti che puoi seguire dopo l’iniezione per prolungare l’effetto:

  • Evita di toccare o strofinare la zona anestetizzata.
  • Non bere o mangiare cibi caldi o freddi.
  • Non fumare.
  • Mantieni una postura rilassata.

Quando l’anestesia non fa effetto o passa troppo presto

In alcuni casi, l’anestesia locale potrebbe non fare effetto oppure potrebbe passare più velocemente del previsto. Questo può accadere a causa di:

  • Infezione nella zona da trattare.
  • Presenza di cicatrici o tessuto fibroso che ostacolano la diffusione dell’anestetico.
  • Ansia o stress del paziente che aumentano il flusso sanguigno e la metabolizzazione del farmaco.

Se avverti dolore durante l’intervento, non esitare a comunicarlo subito al tuo dentista. Egli potrà iniettare una dose aggiuntiva di anestetico o adottare altre strategie per garantirti un trattamento indolore.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *